Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.  

Building Love

costruiramor2

venezia-itSINOSSI

Un viaggio in luoghi dove ogni giorno è una sfida per la sopravvivenza, tra persone che dedicano tutta la loro esistenza per il bene del prossimo. Storie di abnegazione e altruismo, di sofferenza e fede, che vi faranno piangere, sorridere, sperare e riflettere...

gorizia-it

“Building Love” è una serie documentaristica che raccoglie le testimonianze di missioni umanitarie nel mondo, nate grazie alla volontà di creare qualcosa per amore altrui, di “costruire Amore”.

Dal duro lavoro di psicologi ed educatori nei riformatori dell'Uruguay, alla straordinaria esperienza di Madre Ines, una suora ottantenne che ogni giorno assiste 400 bambini affetti da handicap fisici e mentali, in Messico. Dalla costruzione di ospedali e centri sanitari per i più poveri in Etiopia, alle missioni contro la criminalità mafiosa in Italia e per la protezione dell'ecosistema in Ecuador.  

Queste sono alcune delle storie vere che vi racconteremo in questa serie, attraverso le toccanti testimonianze dei loro protagonisti. 
Ecuador, Romania, Italia, Messico, Uruguay, Guatemala ed Etiopia sono i paesi coinvolti in questo viaggio.


SCHEDA


Titolo:
Genere:
Durata:
Anno:

Formato:
Regia:
Produttore esecutivo:

Produzione:
Collaborazione:

Lingua:
 Building Love
 Documentario
 14 x 30' Serie
 2013
 Full HD
 Luca Trovellesi Cesana
 Diego Corvaro
 Studio3TV
 Funima International Onlus
 Italiano - Spagnolo
costruireamore-itScarica il flyer
in formato pdf

 

TRAILER

TEASER

 


EPISODI:

mondo


ecuador1ECUADOR I

Tra i piccoli “betuneros” di Quito...
A Quito (Ecuador) incontriamo Monica Silva che dal 1999, insieme al marito e altri volontari, offre un pasto caldo e attività educative e ricreative ai piccoli “betuneros” (lustrascarpe), che vivono per le strade della capitale. Come Marco, che è riuscito a riscattarsi dalla strada e oggi lavora in un ristorante creato da Monica stessa. Proseguiamo a Ibarra, dove opera “Cristo de la Calle”, fondata da Padre Juan Francisco Santa Cruz. La presidente Claudia e le altre educatrici ci descrivono le loro intense giornate al servizio dei minori in situazioni di abbandono o di violenza familiare.


ecuador1ECUADOR II

Dal parco naturale di Rio Verde a Mano Amiga
A Rio Verde, Ecuador, conosciamo i proprietari terrieri che si sono uniti nell’Associazione Ecologica Zuñac per proteggere l'ecosistema, incentivare la riforestazione e il turismo responsabile.  Ci spostiamo poi a Chone, dove l'appassionato racconto di Padre Juan ci porta nella realtà di Mano Amiga, fondazione che dal 1995 lotta per la difesa e l'integrazione degli indigeni. Dalla voce di educatori e beneficiari scopriamo l'intenso lavoro quotidiano che mira a istruire e formare i ragazzi insegnando loro un mestiere concreto.


ecuador1ITALIA

Quando la Mafia perde terreno...
Questo viaggio ci porta in Sicilia, una regione dell'Italia da secoli martoriata dalla criminalità mafiosa. Qui conosciamo persone che hanno trovato il coraggio di contrastare la corruzione, spesso anche a costo della loro stessa vita. Come i ragazzi dell'associazione Libera Terra, che da anni sfruttano le terre confiscate ai mafiosi coltivando i campi, creandovi degli agriturismi e dando lavoro a centinaia di giovani. O come il giornalista Pino Maniaci, direttore di una piccola emittente locale che denuncia con coraggio l'ingiustizia e l'illegalità.


ecuador1ROMANIA I

Parada: Alla scoperta dell' “altra” Bucarest
In questa puntata scopriamo il variegato mondo di Parada, un'associazione operante a Bucarest, Romania. Nata dalla fantasia del clown Miloud, partendo dall'insegnamento dell'arte circense ai ragazzi di strada, ha sviluppato un'attività diversificata che dà assistenza e formazione a bambini e adulti, in particolare quelli della Bucarest “invisibile”...
Accompagnamo gli operatori dell'Unità mobile durante le loro visite notturne alle intere famiglie che vivono nelle fogne della città. Le vediamo sbucare fuori come dal nulla, per avere un po' di cibo e sentire il calore di qualcuno che finalmente non li ignori come fa il resto della gente, ma al contrario si prenda cura di loro.


ecuador1ROMANIA II

“Combatterò affinchè ciascuno di loro abbia un futuro”
Silvia Saini, presidente dell'associazione Bambini in Emergenza, ci apre le porte del Centro creato a Singureni (Romania) negli anni '90 dal giornalista italiano Mino Damato, dove furono accolti migliaia di bambini orfani e malati di Aids nell'era post-sovietica. Attraverso le toccanti testimonianze di Silvia e delle Suore di un'altra fondazione, la Caminul Francesco, conosciamo la realtà di degrado degli orfanotrofi durante il regime sovietico e le ferite ancora vive nella società rumena di oggi. Ma soprattutto scopriamo il coraggio e il sacrificio di chi ha lottato e lotta ancora oggi per dare un futuro a questi bambini.


ecuador1URUGUAY I

Una luce nelle strade di Las Piedras e Montevideo
In questo episodio, la vibrante testimonianza di Padre Mateo Mendez ci porta nel cuore del progetto Minga. A Las Piedras, Uruguay, offre un'alternativa ai tanti ragazzi che incontriamo lungo le sue strade, in situazione di degrado e abbandono. Come Esteban, che dopo un'infanzia segnata dalla droga e dalle dure regole della strada, è riuscito a riscattarsi; ha iniziato a studiare e oggi, diventato maggiorenne, andrà a vivere in un appartamento donatogli da Minga.


ecuador1URUGUAY II

Colonia Berro: Un mondo di colori dietro le sbarre
Un nuovo modo di vedere e concepire le carceri minorili: il Centro Ituzaingò nella Colonia Berro, ci apre le porte ad una realtà difficile e complessa. Quella dei minorenni condannati a scontare una pena per aver commesso delitti, più o meno gravi. Dietro le sbarre scopriamo però un mondo inaspettato, fatto di colori, di solidarietà, di speranza. Un team di psicologi ed educatori vive quotidianamente con questi ragazzi accompagnandoli in varie attività, alcune delle quali si svolgono anche all'esterno della struttura. L'obiettivo è di fornire gli strumenti per integrarsi nella società una volta usciti dal carcere. Uno di questi giovani, Gabriel, ci regala la sua toccante testimonianza.


ecuador1MESSICO I

Solidarietà e speranza tra gli indigeni 'zoque'
Questo episodio ci porta in Messico, alla scoperta di due realtà che operano per riscattare i bambini dalla violenza e dagli abusi, e la cultura indigena dall'emarginazione. Vides Italia è gestita da Suore che danno ai bambini e alle donne di etnia 'zoque' l'istruzione e la formazione necessarie per integrarsi nella società. Ascoltiamo anche le testimonianze di ex-alunni, oggi volontari dell'associazione. Cristina, direttrice di Crecemos Dijo, ci spiega le difficoltà nel lavorare in uno dei quartieri più pericolosi di Oaxaca, e come ha trovato la forza per superare la paura. Il risultato oggi sono tre centri e una scuola dove ogni giorno accolgono 300 bambini con le loro famiglie.


ecuador1MESSICO II

Il miracolo di Madre Ines
Tra le associazioni che visitiamo in questo viaggio, la più toccante è la casa famiglia gestita da Madre Ines. Una donna che ha dedicato tutta la sua vita ad accogliere e curare bambini con gravi problemi psicomotori, bisognosi di cure ma dimenticati dalla società. Oggi l'ottantenne Suora si occupa, da sola, di più di quattrocento bambini, riuscendo con la sua energia a trovare ogni giorno il cibo e tutte le necessità primarie per queste creature, con cui ha creato un'incredibile grande famiglia.


ecuador1GUATEMALA I

In viaggio con i ragazzi del Mojoca
Un viaggio per le strade ed i quartieri poveri della capitale del Guatemala con i giovani volontari del Mojoca. Questo gruppo di ragazzi ci racconta come hanno creato dal nulla un'associazione che si occupa della formazione e del reinserimento nella società dei ragazzi di strada. Educazione all'igiene, colloqui per vincere l'astinenza dalla droga, alfabetizzazione, corsi di cucina e falegnameria: sono alcune delle attività che scandiscono la giornata di Alfonso, Wendy e degli altri giovani che hanno scelto di dedicare la propria vita ad aiutare i propri coetanei, attraverso un rapporto basato sull'amicizia, la libertà e il rispetto.


ecuador1GUATEMALA II

Alma de Colores: un futuro per i ragazzi di Marinella
In questo episodio conosciamo la straordinaria esperienza di Marinella Bacchio, che dall'Italia ha deciso di trasferirsi a San Juan de La Paz con la sua famiglia per dare vita il progetto Alma de Colores. Da allora, dedica le sue giornate a coordinare i centri di asilo e formazione per i giovani indigeni, in particolare quelli affetti da handicap. Come Lencho, che grazie ai lavoretti che ha imparato nel centro, sta per realizzare il suo sogno: “comprare un letto per la sua mamma”... Ci spostiamo poi nello splendido paesaggio di Sololà. Qui dal 1988 l'associazione Serjus si batte per migliorare le condizioni di vita delle comunità Maya che si affacciano sul lago Atitlàn, e per risolvere il problema dell'inquinamento ambientale.


ecuador1GUATEMALA III

“Ciedeg” e “Sulla Strada”: La rinascita delle comunità Maya
Protagoniste di questo episodio sono ancora le piccole comunità Maya, la cui anima è stata tragicamente segnata dal genocidio e dalla guerra civile. Tra queste la comunità di Granadilla, dove l'unica fonte di risorsa economica deriva dalla fabbricazione di fuochi di artificio, realizzata in condizioni precarie e con manodopera infantile. Bambini di soli 4-5 anni vengono sottoposti ad un lavoro estenuante, rischioso, con poche possibilità di un futuro diverso. Qui, grazie all'azione dell'ONG italiana "Sulla Strada", oggi possono studiare, giocare e sognare una vita migliore.


ecuador1ETIOPIA I

Istruzione e lavoro: la chiave del cambiamento
Siamo in Etiopia, uno dei paesi più poveri e martoriati dell'Africa. A Soddo i frati cappuccini cercano di migliorare la situazione di estrema povertà attraverso la creazione di scuole, come quella di “Arti e mestieri”, unica possibilità di riscatto per molti giovani che così possono ora aiutare la propria famiglia e sperare in un futuro migliore. L'istruzione è l'unica vera speranza qui, come ci dimostra l'Abba Pascal Girl's School. Una scuola interamente femminile che, grazie agli sforzi di una coppia di volontari italiani, Antonio e Lina, offre un futuro alle donne etiopi, da secoli assoggettate all'uomo in quasi totale sudditanza e schiavitù.


ecuador1ETIOPIA II

Butterfly: la farfalla che porta acqua e speranza
Un viaggio “on the road” nelle regioni più aride dell'Etiopia insieme alla Fondazione Butterfly che realizza pozzi e scuole di confine. Arriviamo con il presidente Claudio Maneri e la figlia Coralie nei villaggi in festa per i pozzi appena inaugurati. Dalla loro voce scopriamo i retroscena di ogni progetto e una toccante storia personale: quella di Claudio che, a seguito della prematura perdita di una figlia, ha fondato “Butterfly” (“farfalla” in inglese), simbolo di trasformazione del dolore in amore per il prossimo. Conosciamo anche Kidane, una giovane etiope che dopo tante vicissitudini, può sperare oggi in un futuro migliore grazie a Claudio che è riuscito a farla operare in Italia, ultima tappa del nostro viaggio.